Consigli per la barca a vela?

Ne abbiamo! Saidisale è il blog nato da esperienze di vita vissute realmente navigando per mare, probabilmente come mille altri certo, ma da un punto di vista diverso. Esperienze pratiche, essenziali, dalle quali sono scaturiti molti consigli utili per vivere la barca a vela come un’esperienza memorabile ma anche per comprendere la vita di tutti i giorni…. da terra.

Suggerimenti e curiosità, che scoprirai leggendo gli articoli di questo blog, se ne avrai voglia.

Sappi però che non parliamo agli amanti della bolina a fil di ruota e nemmeno di consigli per un ormeggio con vento a traverso. Questo è sottinteso, semmai fossi un’amante della rada selvaggia.

In questo blog troverai piuttosto quel qualcosa che se hai esperienza, potrà strapparti un sorriso e se non ce l’hai, saprà darti l’ispirazione per prendere la magica decisione, sia per prendere il largo in una vacanza nel blu o nella vita… per scoprire la parte più vera di quel che serve per vivere la vita, dal punto di vista del mare.

Qui potrai trovare molti degli aspetti della vita di bordo, che poi potrai riconoscere nella vita di tutti i giorni. E se non ci credi, potrai ricrederti. Sì, perchè saidisale ha un significato diverso dal solito, quando si parla di vela.

Navigando in questi anni, dal circolo polare artico alle Seychelles, ho trovato molte similitudini con la vita di tutti i soliti giorni, quella che viviamo ogni giorno ed il mare, è stata per me una splendida metafora, che mi ha insegnato a gestire le sfumature di una vita che mi racconta ogni giorno, esattamente il valore che dovremmo dare alla convivenza ristretta (come in barca), necessarie a capire le relazioni di un gruppo (come in barca) e il significato che diamo al senso di appartenenza (come in barca).

E’ quel qualcosa di utile, necessario in più circostanze, soprattutto quando ad esempio l’imprevisto necessita dell’attenzione di un gruppo unito, pur sapendo che in una barca, ci sarà uno skipper ma al quale in ogni caso, sarà importante dare il nostro supporto.

Esperienze di vita.

La barca a vela è prima di tutto un’esperienza di vita. Ma prima di parlare di vela, parliamo di vita. Quante esperienze si fanno… in una vita? Scuola, amori, aperitivi, amicizie …vere o improbabili, lavoro, progetti per il futuro, il capo isterico, riunioni inutili, la casa da comprare, la macchina da vendere, i mobili da cambiare, le code da fare quando meno te lo aspetti, le bollette da pagare, il corso di chitarra a cui iscrivere i figli, la suocera da accompagnare da qualche parte, i parenti da capire durante la cena di Natale, qualcosa da sognare e poi …finalmente sali su una barca a vela. Ecco, questo è il momento in cui capisci… perché non ci sei mai stato

Una volta passato l’incubo della passerella, tutto rallenta e si livella. E quando si mollano gli ormeggi e ci si allontana quel tanto che basta per sentirsi al riparo da tutto e tutti, il disegno prende forma.

E da qui nasce il primo consiglio: vivere la vita con lo spirito giusto, per godersi questo incredibile punto di vista, da ricordare sempre, anche dopo essere tornati “alla normalità”, quella che sarà necessario trattenere nel cuore, una volta tornati a terra. Per ricordarti i valori essenziali che scoprirai in quell’ambiente ristretto, quello di una barca. Quello spirito di adattamento di cui abbiamo bisogno, che in certi casi ci farà trovare la forza di reagire nel modo giusto, al momento giusto. Ma leggendo questo, so già che lo starai sottovalutando.

Consigli_per_la_barca_a_vela

Un punto di vista da coltivare

Il punto di vista è l’aspetto fondamentale, quello del mare ovviamente e della barca a vela. E questo blog cerca di raccontarti il lato giusto da prendere in considerazione.

Essì, perchè si parla di esperienze in barca a vela ma anche di curiosità come le leggende, del perché essere consapevoli di cosa vuol dire avere sfiga a bordo, di qual è la differenza tra marinaio e velista o al contrario, di ciò che unisce i velisti con i motociclisti e gli sciatori. Frivolezze… necessarie alla vita e alla sua essenza. Assieme a quel qualcosa di cui c’è bisogno: lo spirito giusto per digerire tutto questo.

Lo spirito giusto, appunto.

Se è la tua prima volta, leggendo questo blog scoprirai le 4 cose fondamentali da sapere, di quanto conti uno sport di questo genere per i tuoi bambini ad esempio ma anche per la famiglia, anche fossi un genitore single. Ma scoprirai anche come affrontare una notturna, un temporale, come difendersi dalle meduse, dal mal di mare, di cosa vuol dire la regola dei 3 strati per vestirsi saggiamente a bordo e molto altro… soprattutto come preparare il tuo bagaglio… NON RIGIDOOO!

Dopo tanti anni passati a dare vita ai falsi bisogni, ad avere avuto paura di prendere decisioni, ho capito che il mare e il comando di una barca a vela avrebbero potuto darmi una nuova forza e una nuova luce, grazie alla quale oggi posso vedere finalmente la vita con occhi diversi.

Andando per mare apprezzi il valore del tempo, delle chiacchierate, il bello di navigare a vela sotto le stelle, grazie ad un vento che bisogna saper gestire, prevedere, in una natura che dobbiamo rispettare, assieme agli esseri viventi con cui la condividi. Compresi quelli umani.

Amo ciò che rappresenta la barca a vela, in un mare che unisce …ciò che la terra divide. Ma anche perché accoglie le spoglie di mia madre, la cui unica eredità è stata un quadretto che dice: persone con bagagli leggeri, viaggiano meglio attraverso la vita. E questo spiega esattamente come vivo oggi.

In questa vita, se conosci il tuo mare… saidisale.

Buon vento!

____________________________________

Se ami questo punto di vista, condividilo con i tuoi amici e vediamoci anche su Facebook

____________________________________

Se vuoi sapere quando si pubblica un nuovo articolo, lascia la tua mail. Ne avremo cura.

Lascia un tuo commento